Che Bon! Che Bon!
L'angolo sul web di Luisella

secondi piatti

Vale anche una buona pepata

WP_20171012_14_01_57_ProAvvicinarsi al reparto del pesce, può essere costoso, ma se optiamo per le cozze o mitili possiamo ottenere un buon piatto senza pensieri, a me comperarle dà la sensazione di preparare una festa, le trovo allegre ed eleganti con la conchiglia nera tendente al blu, mi fanno pensare alle nacchere ed alla danza del bolero e poi, naturalmente, alla pepata di cozze che è buonissima!

Stavolta ho acquistato due confezioni di cozze in rete provenienti da zone diverse: una dalla Spagna ed una allevata in Italia con cozze reimmerse in Sardegna nei vivai del Golfo di Oristano. Dopo la cottura in padelle larghe separate ho riscontrato, assaggiando l’acqua, filtrata su un passino fine, rilasciata dalle stesse, che quella delle cozze italiane risulta essere più salata di quella delle spagnole ciò mi è servito per dosare una giusta proporzione del liquido nella preparazione della pepata di cozze, già separate di parte dei gusci.

La mia pepata di cozze: un filo d’olio d’oliva sul fondo della padella 1 spicchio d’aglio schiacciato, 1 cucchiaio di origano secco e lasciar insaporire. Versare una tazza di salsa di pomodoro maturo fresco cotto e passato. lasciar cuocere qualche minuto quindi versare 1 bicchiere di acqua delle cozze cotte e inserire un pezzetto di peperoncino piccante o pepe macinato al momento, aggiungere tutte le cozze e dar loro sapore vivacemente.

Mettere nel piatto alcune fette di pane grigliato o crostini integrali, porvi sopra le cozze ben calde con il loro sugo e buon appetito!

 

Tagged , , , , , , , ,

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *