Sarde in saor (sardine in sapore)

Questa ricetta è molto conosciuta  e si adatta anche ad altri pesci come le sogliolette, oppure anche per verdure,  a me piace prepararla ogni tanto per avere a disposizione in frigorifero qualcosa di pronto e di molto saporito.

Ingredienti:

  • 1 kg di sarde  (squamate, lavate, private della testa e della lisca centrale  senza togliere la  pinnetta di coda)
  • 1 kg di cipolle  bianche (tagliate a fettine sottili, si può usare anche l’affettatrice)
  • 200 g di farina bianca 
  • 1/2 l di aceto di vino rosso  (uso di preferenza metà aceto e metà vino bianco)
  • 2 cucchiai di olio  di semi
  • la giusta misura di olio di semi per friggere
  • un po’ di sale

Dopo aver preparato gli ingredienti come sopra descritto, versare i due cucchiai d’olio in una padella larga ungendone il fondo a fuoco vivace, unire le cipolle e farle appassire a fuoco lento finchè saranno tutte trasparenti e avranno consumato l’acqua di vegetazione, a questo punto versare l’aceto  lasciando che le cipolle lo incorporino, sempre a fuoco basso, quindi salare e lasciare da parte il tegame con il coperchio.    Prepararsi a friggere le sardine già pronte asciutte su carta assorbente, infarinarle leggermente e friggerle,  poche alla volta, in olio caldo a fuoco vivace (oppure nella friggitrice) . Toglierle dall’olio ben dorate da ambo le parti, farle scolare e raffreddare su carta assorbente da cucina salandole nella giusta misura.

In un contenitore  adatto,  una terrina oppure una pirofila rettangolare, disporre a strati le sarde, sovrapponendovi un leggero strato di cipolle, così fino ad esaurire gli ingredienti; versare su tutto un 1/2 bicchiere di aceto. Il tutto va coperto e consumato almeno il giorno dopo. La preparazione, lo so, non andrebbe in frigorifero ma in luogo fresco, con il caldo però io consiglio di tenerla nella parte bassa del frigorifero.

 

1 commento su “Sarde in saor (sardine in sapore)”

  1. Pingback: Una passerella a Venezia, a tutto cinema | Il blog di Voiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.