Costolette dell’indovino

Anche se nei miei menù casalinghi il fritto appare pochissimo, qualche volta essendo questo molto appetitoso, lo faccio diventare piatto unico a pranzo, accompagnandolo con una buona insalata fresca.

Indoviniamo cosa serve per prepararle:

  • 1 kg di ali di pollo   (costo al kg euro 2,49)
  • 2 uova intere
  • 1 limone
  • 1 tazza di pane grattugiato 21/2 tazza di farina
  • 2 cucchiai di farina di mais
  • 1 rametto di rosmarino
  • sale
  • olio per friggere

Separare le ali  dal resto del dorso del pollo, lavarle in acqua e limone, asciugarle. Dividere l’ala in due parti, rifilando a forbice le parti di pelle in sovrappiù; disossare solo quella che somiglia ad una coscietta (l’altra potrà essere utilizzata in altro modo).

Per disossare, fare un taglio longitudinale sulla carne e, senza togliere l’osso, portarla in su tenendola aperta sopra l’osso come una costoletta o  braciolina. Metterle la costoletta ottenuta su carta alluminio, salarla, ricoprirla e spianarla un pochino col batticarne. Procedere poi con la consueta impanatura, mettendo le costolette ad una ad una prima nella farina mischiata con quella di mais, poi nelle uova sbattute ed infine nel pane grattugiato.

Immergerle nell’olio bollente, due alla volta, per una frittura moderata a 140°; rigirarle 2/3 volte nel corso della frittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.