I giocattoli dovranno aspettare… i soldi sono finiti!

DSCN1388Oggi al supermercato mi sono avvicinata ad alcuni quadratoni grigliati contenenti merce in saldo, ve ne sono anche due con una notevole quantità di giochi e giocattoli per bimbi/e ad un prezzo unico di euro 5  e/o 10. Mi sto allontanando senza interesse, “dato che i miei nipoti hanno già superato l’età prescolare”, quando si avvicina camminando, una mamma con il bimbo tenuto per mano; istintivamente il bimbo, di circa 4 anni, invita la sua mamma a fermarsi presso il grigliato pieno di giocattoli e lei, incrociando il mio sguardo, gli dice oltrepassando il grigliato: -” non possiamo fermarci,i soldi sono finiti…”–  La frase, così esplicita, mi ha fatto ricordare il topolino di stoffa che la nonna realizzava con il fazzoletto, quando anch’io avevo 4 anni, lo faceva saltare dalla sua mano a sorpresa per farmi ridere, un metodo bonario e antico per giocare senza spendere, per esercitare la fantasia e inventare assieme avventure con lui protagonista; per i giochi veri si doveva aspettare la venuta di S. Lucia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.