Le consolazioni di un dolce semplice

DSCN0267Le consolazioni della buona focaccia casalinga.

Quando una giornata si fa “così, così”, c’è chi, come nella canzone di Giorgio Gaber dice: quasi quasi mi faccio uno shampoo; io invece…quasi quasi preparo un dolce!  Non ho bisogno di ricorrere a nessuna ricetta speciale e alla mia nipotina che mi chiede : – ma tu ti ricordi come si fa?-  rispondo  -Certo, perché la penso sul momento! –

Ingredientii: 400 g farina, 200 g zucchero, 2 uova intere,  100 g amaretti, 70 g burro, buccia di limone aromatizzata nel rum, 1 bicchiere di latte, 2 pizzichi di sale, 1 bustina di lievito vanigliato, 1 mela tagliata e fettine.

Mettere nel robot che si possiede, ma si può impastare anche manualmente, burro e zucchero, le due uova una alla volta, la buccia di limone a pezzettini, gli amaretti sbriciolati quindi dare una prima fase rotatoria d’insieme; unire la farina setacciata, il sale, il latte e lievito setacciato. Versare nello stampo a ciambella imburrato ed infarinato, sistemare in superficie tutto intorno ad elica le fettine di mela facendole entrare, quasi completamente, nell’impasto in senso verticale.

La cottura è di circa 45- 50 minuti a 180 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.