Un cuore spezzato

Sono stata partecipe, essendole amica, al dolore immenso di Delia (nome di fantasia)  ed a lei ho dedicato questa  poesia dal titolo:  Un cuore spezzato

Delia, dolcissima Delia,

la tua presenza qui dove la morte

è la protagonista la primadonna.

Rivedo la tua timidezza

che vellutava ogni cosa,

traspare ancora dal tuo freddo

immobile volto,

le tue ali di cristallo

frantumate nell’essere donna

e madre

chiusi nel dolore i tuoi sogni,

sfumando i contorni divennero

evanescenti.

Delia, ravviso la tua vita

in quella di ogni donna tu,

così dolce e schiva

nascondevi il patimento di madre,

ma io vidi il tuo amore universale

su quella culla vuota:

ti si strappò il cuore!

I tuoi occhi gridarono

in silenzio

tutto il loro tempo non bastò

per farti amare.

Ora non c’è per te che una conchiglia

vuota,

ma il sussurro del cuore

l’accarezza come un’onda,

Delia ti aiuterà non so

il mio dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.