Dolce con le passacrassana

DSCN1443La buona pera passacrassana, ha davvero i colori dell’autunno, è una varietà di pera invernale ma: – ” ha i granini nella polpa”- (dicono i bambini masticandole); meglio dire che si sente nella polpa qualche “isola pietrosa”, per questo preferisco preparare con queste pere un buon dolce.

.Ingred.: per la pasta di base = 200 g di farina, 100 g di burro, 50 g di zucchero, 2 tuorli d’uovo, 1 cucchiaio di aceto di vino rosso. Preparare la pasta di base lavorando gli ingredienti velocemente formando un impasto a palla, avvolgerlo in pellicola e farlo riposare in frigorifero per 30 minuti. Stendere la pasta su di uno stampo ricoperto di carta forno, mantenendo un bordo, cuocere a 170 gradi per 15 minuti circa.

Per il contenuto: 800 g di pere, 4 cucchiai di vino rosso, 100 g di panna, 3  uova, 30 g di zucchero, 3 formaggini a pasta morbida.  Sbucciare, tagliare le pere in quarti, irrorarle con il vino, cuocerle in microonde per 1 minuto, lasciar raffreddare, tagliarle a fettine e sistemarle sul fondo già preparato. Stemperare i formaggini teneri con 4 cucchiai del vino di cottura delle pere e mescolare con zucchero, uova, panna da cucina, versare tutto sulle pere nello stampo. Preriscaldare il forno per 10′ a 180° e cuocere il dolce per circa 25 minuti.

DSCN1446

1 commento su “Dolce con le passacrassana”

  1. Non sapevo che questa pera fosse originaria dalla Francia!

    Da Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Passa_Crassana):

    “La Passa Crassana, Passa-Crassana, Passacrassana o Crassana (in francese Passe-Crassane) è una cultivar ottocentesca di pera, originaria della Francia.

    Il nome potrebbe derivare dal comune di Crazannes, nella regione francese del Poitou-Charentes.

    La varietà è stata selezionata per la prima volta dall’arboricoltore Louis Boisbunel a Rouen, in Francia, il quale la presentò ufficialmente nel 1855 alla Société centrale d’horticulture de la Seine-Inférieure.[2]

    L’uso del termine Crassana è confermato in Italia nel 1986, mentre il corrispettivo scritto francese crassane è presente già alla fine del XVII secolo, forse a indicare uno scavalcamento di confine tardivo.[1]

    La pera di Passa Crassana ebbe una buona diffusione in Francia ma venne con il tempo abbandonata per qualità più facilmente commercializzabili.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.