L’insalata che prende nome dal Waldorf Astoria

Fra gli innumerevoli libri, manuali, riviste di cucina raccolti in tanti anni, ho sfogliato, in questi giorni, un libro di cucina illustrato di Wilma De Angelis.  In occasione delle feste ho voluto provare una ricetta che mi è parsa delicata, adatta come antipasto, tratta dal suo libro di ricette sugli antipasti. La De Angelis, cantante simpatica (ora 88enne) sempre con il sorriso, si dedicò oltre alle sue numerose attività, in anticipo nel 1993 sull’attuale diffusione di ricette, a scrivere una raccolta di ricette nei libri ” In cucina con fantasia” editi da De Agostini-Idea Donna.

Ho scelto per la fine dell’anno l’insalata Woldorf Astoria, nome del celebre albergo di New York, perché curiosamente,  ha tra gli ingredienti il sedano di Verona.

Ingredienti: 250 g sedano rapa di Verona e 250 g mele renette, 60 g di mandorle pelate e tagliate a filetti, sei cucchiai di maionese, il succo di mezzo limone, pepe e sale.  Si fanno prendere un attimo di bollore ai dadini di sedano e si raffreddano subito in acqua fredda scolandoli, mescolati in una terrina con  i dadini di mele ed il succo di limone, un pizzico di sale, si lasciano riposare un’ora, prima di unire la maionese, le mandorle, sale e pepe. Si servono con altre mandorle sgusciate a decorazione.

La mia variante è ridurre a  5 i cucchiai di maionese e unirne 1 di senape oltre al succo di altro mezzo limone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.