Lat. Zizyphus, dal gr. Zizyphon, non è una zanzara!

DSCN0466Il titolo naturalmente è scritto in tono scherzoso, dato che parlo di giuggiole e non di zanzare, infatti quello è il nome dell’albero di giuggiolo, considerato un arbusto ma che a volte può arrivare anche a 6/8 metri di altezza.

“10 lire di giuggiole per favore” –  frase abituale dopo pochi giorni di scuola dei piccoli studenti delle elementari quando questa iniziava al I° Ottobre, se ne potevano comperare un po’ dal fruttivendolo con le piccole mance date dai genitori. Ancora oggi, quando vedo esposte le giuggiole le associo al tempo ultra-passato della scuola.

Frutti o meglio drupe dell’albero del giuggiolo, le giuggiole hanno i colori dell’autunno, giallo, marrone, rosso e appartengono alla fam. delle Ramnacee. Nella forma ricordano le olive o i datteri, ma sono abbastanza dolci da essere apprezzate per il sapore gradevole.

Un buon uso in cucina, a mio parere è la  marmellata di giuggiole; a Natale potrà diventare un regalino inconsueto per gli appassionati di novità, oppure la gelatina per la quale le giuggiole, snocciolate e divise a metà, vengono cotte nel vino rosso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.