La zia lo chiamava il Benson

  • IMG_20191204_195812E’ vero i dolci semplici sono buoni, specie quello modenese: la zia lo chiamava il Benson, lo preparava agli inizi di dicembre per dare un anticipo alle feste.
  • Per continuare la tradizione ecco il Benson preparato da me, con lo zucchero semolato in superficie al posto di quello in granella:
  • 350 farina da dolci
  • 150 fecola di patate
  • 120 g burro
  • un pizzico di sale
  • 3 uova (2 uova più un tuorlo, l’albume serve per la superficie)
  • 200 g zucchero
  • buccia di un limone intero grattugiata
  • 1 bicchierino di marsala
  • i bustina di lievito per dolci

Preparare gli ingredienti a temperatura ambiente, impastarli in una terrina capiente, mescolandoli insieme al burro ridotto a pezzetti. Sistemare il composto sulla carta forno posta sulla placca del forno, sagomando una esse. Spennellare la superficie con l’albume sbattuto a forchetta e distribuire sopra lo zucchero con le dita, in modo da controllarne la giusta quantità.  Mettere in forno preriscaldato, cuocere per circa 35/40 minuti a 175/180 gradi.

La colazione sarà più buona con il Benson della zia!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.