Le zucche decorative non sono da mangiare

WP_20180924_14_26_25_Pro 1

Nel libro il Giardinaggio per tutti edito nel 1971 da Selezione del Reader’s Digest S.p.A, Milano, si trova scritto che esistono due specie di zucche (cucurbita maxima e C. moschata, fam. Cucurbitacee) che forniscono dei frutti adatti per l’alimentazione umana.

Naturalmente di queste due specie esistono numerose varietà come la Gialla d’Italia, la Marina di Chioggia, la Marina turbante e molte altre tutte commestibili.

Per non confondere quelle adatte al consumo con quelle da decorazione, di solito le decorative, non commestibili, sono riunite in ceste a parte nei punti vendita, corredate dalla scritta decorative, appunto per distinguerle facilmente.

Ottobre è il mese delle zucche, prepariamo gustose pietanze, scegliendo quelle dolci, buonissime, con serenità!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.