Ben venga il minestrone di fine stagione

Più della zuppa è “il minestrone”, quello delle nonne anni 50, fatto con minimo 5 patate, 3 etti di fagioli secchi rinvenuti in acqua per 12 ore, 1 pomodoro, 1 cipolla grossa, 1 carota, 2 zucchine piccole, 3 gambi di sedano, pepe macinato, sale grosso q.b., tutto in 2 litri d’acqua.

Per la cottura, dato che non abbiamo più le vecchie stufe a legna e non possiamo far sobbollire la zuppa fino allo spappolamento delle patate, vale il consiglio della pentola a pressione che in 18 minuti porta a cottura. Passata la verdura al passa verdure si può aggiungere la pasta oppure servirla con crostini nel piatto, un cucchiaio di olio evo ed una nevicata di formaggio grana.

Oggi possiamo anche conservare il nostro minestrone, mettendo la quantità utile negli appositi contenitori, ponendola nel congelatore per usarla quando verrà la voglia di una buona minestra, piatto gustoso sano e nutriente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.