Tiriamo la sfoglia per le tagliatelle al prezzemolo

Ho imparato fin da bambina a tirare la sfoglia per le tagliatelle all’uovo che a Verona si chiamano in dialetto: le taiadele, si preparavano pronte per il brodo della domenica quelle sottili, più spesse quelle per la settimana da fare asciutte. Merito della nonna che, con santa pazienza, mi insegnava sopratutto ad infarinare leggermente la pasta ad ogni pressione per non romperla tirandola con il mattarello. Salivo su uno sgabello per avere l’altezza giusta alle manovre di posizione sul tavolo della pasta arrotolata e la srotolavo piano, fino a raggiungere la sottigliezza desiderata.

Una ricetta semplice che da allora preparo è quella delle tagliatelle al prezzemolo, sono necessari pochi ingredienti: 250 g di tagliatelle all’uovo, mezza cipolla, latte quanto basta, un cucchiaio di burro, un mazzetto di prezzemolo fresco, un po’ di sale.

Si soffrigge la cipolla affettata nel burro per farla solo appassire, si aggiunge il prezzemolo tritato, un pizzico di sale ed il latte nella quantità giusta per ottenere un composto sia un po’ liquido che cremoso allo stesso tempo. Si lessano in acqua bollente salata e si scolano le tagliatelle, cotte al dente, versandole subito nel tegame dove è preparato il sugo. Una pioggia di grana grattugiato ed il piatto è pronto. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.